Villa Visconti

Palazzo o castello di Tornora o meglio conosciuta come Villa Visconti, è un grande complesso edilizio del quattrocento, appartenente a un ramo della casata milanese dei Visconti,  nel 1466 apparteneva alla signoria degli Sforza, che dopo soli 10 anni l’assegnarono alla nobile famiglia dei Visconti  cui discendenti ne mantennero a lungo le prerogative feudali,  Dunque Tornora, di origini veramente antiche, divenuta prima “fattoria-convento fortificato”poi  “palazzo” signorile di Saliceto, secondo uno studio locale, “il complesso è uno degli esempi più significativi di corte chiusa, con rustici annessi, comprendente l’oratorio.  il castello, sarebbe stato costruito sulle mura di un preesistente fortilizio. Fino ad oggi non si sa quante famiglie hanno posseduto veramente questa villa e nemmeno se realmente ci sono stati i Visconti.

Questa esplorazione non sembra facile, una volta trovata la strada ci fermiamo a parlare con delle persone del luogo per capire se quella davanti a noi è realmente la villa che stiamo cercando, una volta confermata la nostra meta, ci raccomandano di stare molto attenti al non avvicinarsi troppo, perché i nuovi proprietari della villa non sembrano essere molto cordiali con i curiosi (cosa non corretta), dopo la pubblicazione di questo articolo, siamo stati contattati dalla proprietà che molto educatamente ci ha spiegato il vero motivo del perché le persone non devono avvicinarsi all’edificio (la questione proprietà privata è solo un palliativo), il vero motivo è che la struttura, come potete vedere dalle foto, sta cadendo a pezzi, in più c’è stato detto che attorno all’edificio, coperto dalla vegetazione ci sono diversi buchi dove se uno ci salisse sopra finirebbe per rompersi una gamba o altro.. comunque già quel giorno avevamo rispettato le indicazioni e abbiamo cercato di fare qualche  foto dal suo esterno senza avvicinarsi troppo (anche se sembra che involontariamente siamo finiti sopra alla proprietà), poi sinceramente sarebbe risultato impossibile addentrarsi tra le mura, la folta vegetazione ed il pericolo crollo imminente avrebbero messo troppo a rischio la nostra incolumità.

Siamo rimasti un po’ delusi perché è un’altra villa storica che sta crollando a pezzi.

C’è un’altra considerazione da fare e onestamente quest’ultima mi è sorta dopo il gentile colloquio con il signor G.F. nuovo proprietario del terreno e dell’immobile, perché Stato, Regioni, Provincie ed enti vari lasciano al decadimento questi tesori pieni di storia per poi metterli in vendita a una cifra irrisoria?

Dalle  nostre ricerche abbiamo scoperto che hanno creato una pagina Facebook  Salviamo Villa Visconti di Saliceto Di Cadeo  speriamo nel nostro piccolo di fare qualcosa.

Visita la foto gallery completa.

Se ti piacciono i nostri articoli non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina Facebook