Villa Cittadella Giusti Del Giardino

Villa Cittadella Giusti del Giardino è una dimora di campagna abbandonata, risalente al XVI secolo, che sorge a Onara di Tombolo, ove inizialmente si trovava il castello Ezzeliniano della famiglia “da Onara”.

La villa, commissionata dai Cittadella (nobile e antica famiglia Padovana), fu costruita secondo il classico schema Veneto del temo, con il corpo residenziale al centro e le barchesse ad uso agricolo ai lati.

Della struttura originale oggi rimane solo la barchessa di destra, poiché la villa venne modificata nel XIX secolo dall’allora proprietario Giusti del Giardino, che volle l’inserimento di un edificio con due torri merlate, forse per richiamare l’aspetto delle vicine mura di Cittadella.

Del complesso fanno parte anche l’oratorio dedicato a Santa Caterina (che si trova sulla destra), dove furono sepolti i discendenti della stirpe dei Cittadella Giusti del Giardino, ed il muro di cinta che si apre su due ingressi monumentali.

In passato esisteva un giardino famoso per la ricchezza dei rosai ma di cui oggi non rimane quasi nulla.

Circa trentacinque anni fa, la casa padronale fu acquistata da un noto imprenditore di Tombolo che per una ventina d’anni ha mantenuto lo stabile in buone condizioni, grazie anche ai periodici lavori di mantenimento. Da circa dieci anni, però, la villa è stata abbandonata a se stessa e al degrado: la casa padronale è stata spogliata di qualsiasi arredo, finestre e balconi in legno sono stati distrutti dai vandali, per non parlare delle porte esterne tutte forzate. Un vero delitto lasciar andare in rovina un imponente edificio del settecento.

Abbiamo trovato per caso un’immagine sul web dove mostrava la facciata di questa splendida villa con la colonna che sorregge il piccolo leone di San Marco avvolto dall’edera, è stato come un colpo di fulmine, un amore a prima vista, un desiderio irrefrenabile era quello di esplorarla ma, purtroppo nella foto che abbiamo visto non c’è un nome, una città, una traccia neanche minima di come trovare questo spettacolo. Ci siamo messi a cercare e a ricercare, abbiamo provato a chiedere a qualche amico che fa il nostro stesso mestiere, nulla nessuno sa niente, nessuno la riconosce. A questo punto ci siamo messi a studiare l’immagine e a provare a dare una data alla villa e ricerche sopra ricerche, finalmente la troviamo e riusciamo a darle un nome.

Villa Cittadella Giusti del giardino, quindi visto che l’abbiamo trovata ora cerchiamo anche la sua storia (è più affascinante esplorare un luogo quando si conosce anche la sua storia). Tra le varie ricerche scopriamo che di villa Giusti non è la sola, e l’altra è assai nota in quanto, il 3 novembre 1918, le autorità militari italiane e austriache vi firmarono l’armistizio che pose fine alla prima guerra mondiale, concluso dopo alcuni giorni di negoziati svolti nella limitrofa villa Molin, ma per fortuna quest’altra villa è ben conservata.

Non staremo qui ad elencare tutte le stanze e tutte le cose che abbiamo visto, lasciamo che le nostre foto e il nostro video vi riempiano di emozioni e speriamo che lo facciano come, o quasi, le abbiamo vissute noi.

Visita la foto gallery completa.

 

Se ti piacciono i nostri articoli non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina Facebook