Un Convento 2 Chiese

Questo complesso nasce nel 600 circa come monastero per le suore, con annessa la chiesa con tre altari. Per tutto il Settecento è stato pure un centro di potere, grazie ai legami parentali con famiglie illustri e a relazioni epistolari con nobili benefattori, le monache erano riuscite ad avere disponibilità economiche e protezione. Ospitavano artisti che abbellivano gli altari e acquistavano reliquie per dare sfoggio della loro autorità e ricchezza. Nel 1800 il monastero venne chiuso e divenne collegio e poi scuola pubblica, negli anni successivi fu adattato a ospedale civile con il servizio psichiatrico, ma pure questo non ebbe successo, a differenza della chiesa che celebrò messa fino agli anni 90.

Oggi ci troviamo con i soliti amici del nostro gruppo Manuel e Gianluca assieme a noi ci sono anche Matt&Roby della Urbex Squad, capiamo subito che la situazione non è facile il complesso è si in stato di abbandono ma sembra cadere da un momento all’altro, una volta entrati troviamo la desolazione, una corte enorme con archi che forma un quadrato attorno a quel che resta del giardino. Il complesso è completamente vuoto ad eccezione della  prima chiesa, si vede fin da subito la maestosità, ma la sua precaria stabilità rende davvero difficile la nostra esplorazione, attraversarla sembra impossibile da quante macerie sul pavimento, gran parte del soffitto è già crollata e il resto sembra dover fare la stessa fine da un momento all’altro. Fotografiamo ogni centimetro, anche se distrutta è uno spettacolo, ad un certo punto ci accorgiamo che c’è un’altra cappella più piccola, forse una era in uso per i fedeli comuni e l’altra veniva utilizzata ad uso privato per i pazienti dell’ospedale. Sappiamo dalle ricerche fatte che molte reliquie e statue sono state trasferite per esser conservate e protette, ora non resta che sperare in un recupero ma crediamo che questo sia solo un nostro desiderio poiché questa struttura è davvero prossima al decadimento totale.

Visita la foto gallery completa.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre foto metti un like alla nostra pagina Facebook ed iscriviti al Canale

Anche se dalle nostre foto e dal nostro video potrebbe non sembrare, questi luoghi son davvero molto pericolosi, pertanto vi invitiamo a non imitarci, ed anche se noi sappiamo bene quello che facciamo la percentuale di rischio in questi luoghi è davvero altissima anche per noi.