TRA ROVI E MACERIE

“Si presenta, quasi d’incanto, allo sguardo”

come un sereno disegno collinare

di eco suadente in chi sogna la pace:

dall’alto, “una bianca chiesa ed un bianco campanile

sembrano voler dominare l’antistante pianura”

la villa e la chiesa nascono  nel 1600  circa, la villa padronale era enorme essendo del 600 con rispettiva barchessa circa 160 campi da coltivare, stalle, fienili e alloggi per i lavoratori dei campi tutto recintato da un muro con un piccolo  oratorio privato affacciato su strada, nel 1800 l’ultimo erede della villa vendette l’intera  proprietà e da li in poi ci fu un via vai di proprietà e di continue ristrutturazioni che lo porteranno gradualmente a una perdita di importanza e di valore, fino all’acquisto da parte delle Dame Inglesi, che portarono nuove funzioni,  cioè quello di sede di villeggiatura estiva di un collegio educativo. Trasformarono così ancora una volta la villa portandola di nuovo al suo splendore. La situazione durò per circa trentanni, poi passò ancora una volta la proprietà e questa volta alla diocesi di Padova, ampliarono e modificarono ancora una volta per fare collegio al seminario, con le ultime modifiche sparirono le barchesse per far spazio a dormitori e cucine e ancora oggi si presentano così. Poi con la prima  guerra mondiale l’intera struttura viene utilizzata come ospedale militare… altre vicissitudini hanno cambiato questa villa fino ai giorni nostri, infatti la villa e la chiesa sembrano private entrambe recuperate dopo un’ accurato restauro la parte che non è privata è stata abbandonata a se stessa.

Noi abbiamo visitato la parte abbandonata, ma non è il solito abbandono qui ci troviamo in difficoltà è troppo pericoloso quel poco che resta in piedi  sembra cada da un momento all’altro, noi ci abbiamo provato lo stesso anche se siamo rimasti un po’ delusi, volevamo documentare e visitare anche la parte restaurata ma non sapevamo a chi rivolgerci, non menzioneremo dove si trova questo luogo anche se è pieno di storia ed è proprio per questo motivo che vogliamo preservarlo e se la proprietà ci invitasse saremo entusiasti di documentare il tutto nel totale rispetto.

Visita la Foto Gallery Completa.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre foto metti un like alla nostra pagina Facebook ed iscriviti al Canale.