Palazzo Torti

Palazzo Torti rappresenta una significativa residenza padronale di campagna in origine dei Conti Torti e già nel XV secolo risultavano proprietari di fondi rurali, la villa padronale è ricompresa in un complesso interamente cintato, composto da un nucleo residenziale che si sviluppa attorno alla corte padronale di ingresso dotata di due ali prospettiche di fabbricati di servizio con torri colombaie e retrostante parco-giardino e di un adiacente corte rurale su cui affacciano i fabbricati colonici con la presenza del piccolo oratorio del palazzo.

Questo luogo per noi è stato una sorprendente scoperta, conoscevamo palazzo Torti ma era a noi sconosciuta la sua ubicazione.

Dopo un lungo weekend di esplorazioni e dopo aver macinato parecchi chilometri, siamo in strada diretti verso casa, a un certo punto la nostra attenzione viene attirata da una cinta muraria e non solo da quella. Nell’angolo sinistro un capitello molto ben allestito e alle sue spalle un minuto campanile (se così possiamo definirlo). Quindi dopo aver cercato un parcheggio ed esserci assicurati che quel luogo fosse veramente disabitato e i segni erano evidenti, ci siamo decisi di entrare.
Una volta all’interno delle mura ci guardiamo attorno increduli della meraviglia che abbiamo di fronte ma ignari di esser proprio davanti a quel palazzo che tanto abbiamo cercato, credevamo di aver scoperto un luogo inesplorato finché non passiamo nel retro del palazzo e notiamo da una finestra spalancata al piano superiore, degli splendidi affreschi sui soffitti. Ed è proprio qui che riconosciamo questo luogo.. Palazzo Torti esclamiamo e un senso di felicità ci assale. A questo punto l’obbiettivo è uno solo, riuscire ad entrare nella residenza padronale. Controlliamo prima gli ingressi principali, poi quelli laterali, poi dai magazzini, dalle stalle, nulla.. è tutto chiuso, non c’è una via di accesso, eppure abbiamo visto che qualcun altro prima di noi è riuscito a fotografare quei magnifici affreschi.
Dopo una lunghissima ricerca e dopo aver esplorato ogni centimetro di quest’area, a malincuore ci siamo arresi. Purtroppo non siamo riusciti a fotografare l’interno di palazzo Torti..

“Se solo sapessimo volare, saremmo potuti entrare dalla finestra del piano superiore..”

Visita la foto gallery completa.

 

Se ti piacciono i nostri articoli non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina Facebook