Padiglioni Bianchi e Chiarugi – Manicomio di Volterra – Pisa

Tra il ’35 e ’37 si realizzo’ la costruzione dell’edificio Bianchi totalmente femminile poi il Chiarugi anch’esso femminile con lo scopo di ospitare le minorenni (Malate di mente). Successivante nel 48’ furono adibiti ad uso di rieducazione destinata ai minori con indirizzo psicopedagogico.
Questo è il nostro Quarto articolo riguardante il manicomio di Volterra e vi parleremo delle esplorazione dei padiglioni Bianchi e Chiarugi. Il primo è il padiglione Bianchi che onestamente ne siamo rimasti abbastanza delusi poichè qui abbiamo trovato un edificio completamente vuoto, graffitato all’interno e con un probabile restauro interrotto. Il secondo invece, è il padiglione Chiarugi, esplorato troppo tardi e con scarsa luce e a dir la verità trovarsi in un manicomio all’imbrunire risulta piuttosto angosciante. In effetti la nostra visita al Chiarugi è stata piuttosto sbrigativa, poichè una volta entrati in quel posto con il calare della sera e con le torce come nostra unica fonte luminosa, il vento all’esterno che faceva eco tra i corridoi bui e le porte che nel silenzio profondo si mettevano a sbattere, abbiamo preferito interrompere l’esplorazione poichè le emozioni avevano preso il sopravvento e anche se con un po’ di amaro in bocca abbiamo preferito rincasare.
Ora vi lasciamo alla visualizzazione delle foto e se questo articolo vi è piaciuto ricordatevi di aggiungere un like alla nostra pagina Facebook

Visita la foto gallery completa