L’Accumulatore Seriale – Sepolti in Casa

Leggenda o verità? Sta a voi credere oppure no, comunque la storia che stiamo per raccontare il dubbio è lecito. Si racconta che negli anni 70 un signore inglese, speaker di una radio locale, abitava sulle sponde di un fiume in compagnia di alcuni “micetti” particolari. Questo signore era un tipo eccentrico e non socializzava facilmente con le persone del vicinato tanto da recintare tutta la casa per stare in disparte con i suoi animali, vi chiederete bé che c’è di strano! Chi non ha dei mici in casa? I mici in questione sono 2 leoni, oltre a questi 2 cuccioli aveva creato un piccolo zoo, con una decina di cani, gatti, iguane, pappagalli e volatili vari che circolavano per casa liberi. I vicini di casa raccontano che si faceva aiutare da due ragazzi giovani che condividevano la stessa passione. Questa strana convivenza durò per una decina di anni poi le cose cambiarono, i 2 leoni sono stati portati via con un ape car uno alla volta in uno zoo ma lo spostamento nessuno l’ha visto e poco dopo ricevette uno sfratto per poco igiene della casa. Tutto è rimasto così, dell’uomo non di sa più nulla c’è chi dice che si sia spostato di qualche chilometro altri che sia in un ospizio altri ancora che sia morto, di questo non si ha la certezza, come tutto il racconto d’altronde.

Abbiamo iniziato l’esplorazione in una mattinata di brutto tempo, anzi quando stavamo per entrare ha iniziato a nevicare, ci siamo trovati subito un magazzino con tante cose ammucchiate e fatalità troviamo pure un ape car, e la cosa ci ha fatto riflettere. Subito dopo entriamo in casa, se si può chiamare casa, una villetta su 2 piani piena stracolma di cose di ogni tipo sembrava quasi un deposito per le immondizie. Viene chiamata la casa dell’accumulatore, ora capiamo tante cose e pensando al racconto crediamo anche che ci sia della verità vedendo voliere, acquari e varie gabbie, scatole di mangime per animali un po’ da per tutto. La confusione è tanta sia nelle stanze che nella nostra testa, non capiamo come delle persone potessero vivere li dentro e in quelle condizioni. Questa esplorazione non ci ha dato molte emozioni ma siamo rimasti comunque con il dubbio.. sarà tutto vero?

Vi lasciamo alla visualizzazione delle nostre foto e se questo articolo vi è piaciuto ricordatevi di lasciare un like alla nostra pagina Facebook

Visita la foto gallery completa