La Chiesa del Battesimo di Cristo

Sorge in un piccolo paesino circondato dai vigneti delle fantastiche colline Toscane. Non si conosce l’esatta data di costruzione, il primo documento in cui essa viene citata è datato anno 1203, pertanto si presume sia stata eretta tra il 1100 e il 1200 D.C. ma non ci sono fonti certe. La chiesa presenta una struttura ad unica navata con sulla facciata un possente campanile a torre che faceva parte delle strutture fortificate del complesso. In origine però l’aspetto era diverso. Sul muro esterno della fiancata sinistra sono ancora visibili tre archi a tutto sesto, ora tamponate, impostati su pilastri quadrangolari privi di decorazioni e che sono la dimostrazione che in passato la chiesa dovesse avere più navate. Attualmente tutto il complesso, abbandonato da tempo, versa in uno stato di gravissimo degrado tanto da essere franato in vari punti.

Si narra che: in una fredda notte d’inverno di un anno imprecisato tra il 1220 e il 1300, l’esercito Guelfo tentò di attaccare il paese e i suoi abitanti nel sonno, all’improvviso apparve la Madonna sulle mura del campanile e con grande luce trasformò la notte in giorno, svegliando i paesani e terrorizzando il nemico a tal punto da farlo scappare e annegare in un piccolo torrente che per miracolo si ingrossò e inondò la zona.

Quella di oggi è la nostra terza tappa del nostro viaggio nel territorio Toscano alla ricerca di luoghi dimenticati, i nostri compagni di viaggio sono Davide e Elisa del canale Youtube Ghost Village, ma questo già lo sapevate ormai in questa avventura facciamo coppia fissa..

Arrivati sul posto, io mi perdo tra i dettagli dell’esterno di questa chiesa all’apparenza molto umile, mentre i miei compagni di viaggio si spinsero subito all’interno di questo edificio e da fuori le mie orecchie sentivano i commenti di stupore provenienti dal resto del gruppo. A questo punto decido di varcare la soglia del grande portone d’ingresso e vengo investito letteralmente da mille emozioni, i miei occhi brillano e il mio cuore batte forte forte, Debby mi viene incontro e mi sussurra: non hai ancora visto il resto! Ero in estasi, ma ero solo all’ingresso e già quello che avevo visto era surreale.

Sperando di riuscire a travolgere di emozioni anche voi, vi lasciamo al cospetto delle nostre immagini.

Visita la foto gallery completa.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre foto metti un like alla
nostra pagina Facebook ed iscriviti al Canale

Anche se dalle nostre foto e dal nostro video potrebbe non sembrare, questi luoghi son davvero molto pericolosi, pertanto vi invitiamo a non imitarci, ed anche se noi sappiamo bene quello che facciamo la percentuale di rischio in questi luoghi è davvero altissima anche per noi