La Casa di Cristo

Il nucleo originario risale all’anno 876, probabilmente a causa di forti cedimenti strutturali, è stata ricostruita nel XVI secolo.

Un tempo dedicata a San Pietro, poi nel 1946 è stata dedicata alla Madonna della Misericordia, la torre fu costruita nel 1164 e rappresenta uno dei più notevoli esempi dell’Impero Romano.

La parrocchia era una comunità residente in un gruppetto di fattorie con 82 abitanti a metà Settecento. La riforma amministrativa della Lombardia decisa dall’imperatrice Maria Teresa nel 1757 soppresse il comune, ma una speciale dispensa continuò a configurarlo separatamente ai fini censuari, con confini ufficialmente definiti.

Adiacente alla chiesa troviamo un abitazione, probabilmente usata dal parroco come sua dimora anche se i ritrovamenti all’interno sono a dir poco inusuali a un sacerdote, camere da letto matrimoniali e un lettino singolo fanno pensare all’abitazione di una famiglia, anche altri elementi ci lasciano forti dubbi pertanto lasciamo a voi le conclusioni del caso.

Nel panorama urbex questo luogo è conosciuto come la casa del prete, ma proprio grazie alla nostra esplorazione abbiamo deciso di dar un nome più consone a questo luogo, pertanto abbiamo deciso di chiamarlo la casa di Cristo.. bé una chiesa è pur sempre la casa di Cristo..!!

Quest’oggi la nostra passione ci porta lontani da casa,
insieme a noi Gianluca e Manuel impavidi compagni d’avventura, certamente non
potevo usare aggettivo migliore poiché se avete già visto il nostro video di
oggi, in questa esplorazione il coraggio è stato il protagonista. Molti diranno
che per fare quello che facciamo bisogna aver coraggio da vendere, altri al
contrario potrebbero pensare che il coraggio non centra nulla bisogna esser
sfrontati ed incoscienti, bé vi posso assicurare che per fare quello che
facciamo servono un po’ tutte queste cose però bisogna esser tutto tranne
incoscienti, ricordate mettiamo sempre la nostra sicurezza prima di qualunque
altra cosa. Sta di fatto che in questa esplorazione ci siamo superati [..]

Non voglio spolverarvi nulla pertanto mettetevi comodi,
spegnete le luci e che lo spettacolo abbia inizio.

Visita la foto gallery completa.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre foto metti un like alla
nostra pagina Facebook ed iscriviti al Canale

Anche se dalle nostre foto e dal nostro video potrebbe non sembrare,
questi luoghi son davvero molto pericolosi, pertanto vi invitiamo a non
imitarci, ed anche se noi sappiamo bene quello che facciamo la percentuale di
rischio in questi luoghi è davvero altissima anche per noi.